Museo dell’Olio

Il locale è composto da un vano principale formato da tre campate che ospitava il vecchio frantoio di cui rimangono la grande macina in pietra e alcune strutture lignee per la lavorazione dell’olio. Il progetto prevede la realizzazione di un piccolo “Museo dell’Olio” concepito come uno spazio unico attrezzato adatto sia per l’esposizione di oggetti legati alla produzione dell’olio, sia come sala per proiezioni video o comunicazioni di carattere promozionale-informativo; l’ambiente più piccolo, già dotato di ingresso indipendente, accoglierà una sala degustazione con bar e servizi igienici. La riqualificazione della struttura prevede: la messa in opera di una nuova pavimentazione in cemento resinato, nuovi infissi, la pulitura delle volte e delle murature, l’allestimento della sala espositiva attraverso la reinterpretazione degli strumenti per la produzione dell’olio. Particolare attenzione è stata riservata allo studio dell’illuminazione artificiale della sala espositiva: con il fine di ottenere una luce diffusa, calda ed avvolgente la sala è stata dotata di particolari lampade a sospensione con sistema diffondente ad olio; le teche destinate all’esposizione di antichi strumenti legati alla lavorazione dell’olio, saranno munite di un dispositivo illuminante a luce indiretta. Il museo ospiterà inoltre sia dei pannelli informativi che aiuteranno il visitatore nella conoscenza di questo prodotto sia dei pannelli serigrafati con immagini del mondo dell’olio, a costituire delle quinte sceniche che permetteranno al visitatore una immersione completa in questo particolare mondo.

Progetto: Studio ZEDA +

Committenza: Comune di Torre de’ Passeri (Pe)

Anno e Luogo: Torre de’ Passeri, 2007