Nuova sede del BIOCAMPUS di Cepagatti (Pe)

SERRA MADRE

Il progetto accoglie la dimensione favorevole dei luoghi esaltandone gli aspetti propizi alla realizzazione di una qualità degli spazi interni ed esterni, provando a restituirne il carattere naturale attraverso l’artificialità dei nuovi spazi. L’idea principale è quella della serra, una tipologia costruttiva capace  di portare dentro la qualità dell’esistente ed armonizzare i nuovi volumi con il paesaggio che li circonda. L’edificio è concepito come un grande giardino coperto, un interno/esterno, in cui il pesaggio naturale, entra all’interno caratterizzandone gli spazi collettivi ai vari livelli. La presenza degli spazi verdi è costante e diffusa in tutto l’edificio, ed ha una doppia funzione: da un lato contribuisce al funzionamento bioclimatico del sistema serra, regola lo spazio collettivo della scuola, sul quale si articolano i volumi funzionali e si distribuiscono tutte le attività sia quelle più propriamente scolastiche che quelle aperte alla partecipazione della comunità scolastica.

Gruppo di progettazione

Fabrizio CHELLA (capogruppo)

Domenico POTENZA

Agnese DAMIANI

Francesca BASILE

Erica SCALCIONE

Mariangela DI CAPUA

Alessia VARA

Gianluca CARDINALE

Premi ricevuti:

2017 – Premio #scuoleinnovative – 3° CLASSIFICATO

Nuova sede del BIOCAMPUS di Cepagatti (Pe)

PREMIO AD’A 2014 – premiato lo studio ZEDA+

Pescara, 28 febbraio 2015

I risultati della seconda edizione del Premio Ad’A, Architetture dell’Adriatico, conferma ciò che era stato scritto in occasione della prima edizione del Premio: la buona architettura esiste e cambia, in meglio, le città che abitiamo. Esistono dunque le buone architetture ed esistono in un numero sempre crescente. Per questa seconda edizione del Premio Ad’A, che, giova ricordare, è riconosciuto alle migliori opere, di qualsiasi natura esse siano, realizzate negli anni che intercorrono dal 01.01.2000 al 31.12.2013 (ad esclusione di tutte le opere che sono state già inviate e valutate per l’edizione 2012), sono giunti alla segreteria del Premio 107 progetti che hanno impegnato 77 studi di progettazione e oltre 500 tra progettisti, consulenti e collaboratori. In particolare sono giunti alla segreteria del Premio, 11 progetti da L’Aquila e provincia, 16 da Chieti, 25 da Pescara, 15 da Teramo, 38 da Campobasso e 2 da Isernia. La giuria composta da Nicola Di BATTISTA, direttore di DOMUS, Franco FRISON delegato dal Consiglio Nazionale degli Architetti e Tommaso PRINCIPI dello studio OBR premio Ad’A Italia 2012-2014, ha valutato i lavori nei mesi di settembre/dicembre 2014 e si è svolta a Roma, presso la sede del Consiglio Nazionale degli Architetti e a Milano presso la sede della rivista Domus.

Questi i risultati della seconda edizione del Premio Ad’A, Architetture dell’Adriatico

PREMIO Ad’A ITALIA 2014

Museo Pitagora – Crotone

OBR Open Building Researc

PREMIO OFFICINA L’AQUILA 2014

Edificio post sisma – L’Aquila Buildinx

studio + studio De Masi

PREMIO AAA MENZIONE SPECIALE 2014 EVA

eco villaggio autocostruito – Pescomaggiore AQ

BAG Beyond Architecture Group

PREMIO AAA GIOVANE ARCHITETTO 2014

Villa unifamiliare in campagna – Bucchianico

Maria Mascarucci

PREMIO ORDINE DI CAMPOBASSO 2014

RS residenza unifamiliare – Montenero CB

studio pdbassociati

PREMIO ORDINE DI ISERNIA 2014

Ampliamento e riuso dell’Isernia Golf Club – Isernia

Medir architetti

PREMIO ORDINE DI TERAMO 2014

Casa Burrini – Mosciano Sant’Angelo TE

nomadearchitetti

PREMIO ORDINE DI L’AQUILA 2014

Microparco museale – Sulmona AQ

Roberta Di Loreto

PREMIO ORDINE DI PESCARA 2014

Casa_studio Sarravarano – Manoppello PE

Studio zero85

PROGETTI FINALISTI PREMIO Ad’A 2014

Ampliamento Hotel – Ripalimosani CB

Pino Sollazzo

Edificio bifamiliare – Spoltore PE

Ettore De Lellis

studio ZEDA+ Asilo nido comunale – Torre de’ Passeri PE

Parco ginnico – Civitella Casanova PE

GAP AA Architetti Associati

Casa_studio Sarravarano – Manoppello PE

Studio zero85

MENZIONE SPECIALE PREMIO Ad’A 2014 Asilo nido comunale – Torre de’ Passeri PE

studio ZEDA+

PROGETTO VINCITORE PREMIO Ad’A 2014 Casa studio Sarravarano – Manoppello PE

studio zero85

PREMIO GASPARE MASCIARELLI ALL’ASILO NIDO COMUNALE

Un riconoscimento che valorizza il lavoro dei giovani architetti della Provincia di Pescara per progetti che abbiano una particolare attenzione al tema della sostenibilità ambientale. È stato assegnato all’asilo nido di Torre de’ Passeri il premio di architettura Gaspare Masciarelli 2013 dedicato al compianto Presidente dell’Ordine degli Architetti di Pescara, prematuramente scomparso, la cui figura professionale è stata connotata nella sua sperimentazione progettuale dalla continua promozione e ricerca della qualità architettonica. Agli architetti Fabrizio Chella ed Agnese Damiani soci dello studio ZEDA + insieme a Lino Grifone e Nicola Petrone, dell’opera realizzata nel Comune di Torre de’ Passeri ed inaugurata a novembre 2012 è andato il secondo premio della sezione Opera Realizzata che è stato consegnato a Pescara venerdì 28 Giugno, con la seguente motivazione: “per aver affrontato il contesto urbano ed il tema architettonico con puntuale ricerca compositiva,caratterizzata da una sapiente integrazione del rapporto pieno-vuoto nella definizione di nuovi spazi pubblici”. Il nido situato in via Dante Alighieri, in un’area ricompresa nel complesso scolastico che ospita anche la scuola dell’infanzia e la scuola secondaria di primo grado, è una moderna struttura di trecento metri quadrati che può ospitare fino a 25 bambini dai tre mesi ai tre anni. È antisismico ed ecosostenibile, con infissi e murature scelti per rispettare tutti i criteri del risparmio energetico e solare termico. Il progetto è stato finanziato dall’amministrazione Linari e realizzato con fondi propri e risorse regionali. Il complesso accoglierà non solo i bimbi torresi ma anche quelli che arriveranno dai paesi limitrofi. Il Comune di Torre de’ Passeri, infatti, è capofila di progetto ed insieme alle amministrazioni pubbliche di Castiglione a Casauria, Pietranico e Pescosansonesco è stato assegnatario di un finanziamento previsto in un bando della Regione Abruzzo pensato nel quadro delle politiche volte all’incremento dei servizi per l’infanzia.

L’Addetta stampa Francesca Piccioli

Torre de’ Passeri, 2 Luglio 2013

Urbanistica, la sezione DePT della D’Annunzio premiata a Bologna

Doppio riconoscimento a Bologna per la sezione DePT (Design e Progettazione Tecnologica) del Dipartimento di Architettura dell’Università di Pescara. Nei giorni scorsi a Bologna il gruppo di lavoro del dipartimento, coordinato da Maria Cristina Forlani, è stato premiato durante la manifestazione UrbanPromo 2012 nell’ambito del concorso nazionale “ENERGIA SOSTENIBILE NELLE CITTÀ”, organizzato dal Ministero dell’Ambiente e dall’Istututo Nazionale di Urbanistica. Il Dipartimento è stato premiato per il Piano di Ricostruzione di Caporciano, comune dell’Aquilano interessato dal sisma del 2009, e per il progetto pilota La Fenice, del Piano di Ricostruzione di Caporciano. Secondo la giuria i due Progetti si sono distinti per una ricostruzione volta a migliorare la qualità del luogo in linea con politiche ed indirizzi europei in materia di energia ed uso efficiente delle risorse ambientali. In particolare il Progetto Fenice ha proposto un intervento con risposte variegate e innovative al problema della casa. Il progetto, inoltre, ha suggerito soluzioni per il contenimento delle emissioni, la riduzione dei rifiuti e del consumo di risorse, utilizzando materiali da costruzione ecocompatibili, studiando cicli dell’acqua innovativi e ottimizzando l’uso di energia da fonti rinnovabili . Una menzione speciale è stata assegnata, inoltre, al progetto per la Riqualificazione urbana ed edilizia del quartiere ATER di Monticchio a L’Aquila, che prevede la riqualificazione attraverso intervento di contenimento energetico degli edifici dei tre quartieri. Alla premiazione il Dipartimento è stato rappresentato da Fabrizio Chella e da Luciana Mastrolonardo, che hanno ricevuto i riconoscimenti nella sala della cultura del palazzo Pepoli di Bologna alla presenza del presidente dell’Inu Federico Oliva.

Pescara, 3 dicembre 2012

Premio IQU 2011

Architettura, città e territorio. Premio IQU 2011: Premiato lo studio ZEDA+ per il progetto dell’Asilo Nido di Torre de’ Passeri.

15 dicembre 2011 – Un riconoscimento nazionale per l’attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e delle problematiche bioecologiche e bioedilizie. Il nuovo asilo nido di Torre de’ Passeri, i cui lavori si sono conclusi a settembre e che sarà inaugurato entro la prossima primavera, ha ottenuto il primo premio del prestigioso concorso nazionale IQU – Innovazione e qualità urbana, edizione 2011, sezione on-line, architettura.

La cerimonia di premiazione, a cui hanno partecipato gli architetti dello studio ZEDA+, Fabrizio Chella, Agnese Damiani e Nicola Petrone (nella foto durante la premiazione), si è conclusa in grande stile il 14 dicembre, nella splendida cornice di Palazzo Tassoni Estense (presso la Facoltà di Architettura di Ferrara), la settima edizione delPremio Innovazione e Qualità Urbanapromosso dalla Maggioli Editore. Anche in questa edizione, erano numerosi i progetti partecipanti da tutte le parti d’Italia, tutti “portatori” di alti livelli di qualità e professionalità a dimostrazione del sempre crescente interesse per i temi trattati. I progetti presentati rappresentano strategie di innovazione che si articolano per le tre aree tematiche (città e architettura, tecnologie informatiche e impiantistiche e mobilità) pronte a confrontarsi per stimolare/stimolarsi e crescere in nome della qualità. Tutti i progetti vincitori e partecipanti, come da tradizione ormai consolidata, verranno presentati durante tutto l’anno sulle riviste di settore della Maggioli Editore.